Aziende

Valorizzare al meglio le persone, il loro modo di interagire con i colleghi e il gruppo di lavoro

Le persone, cuore pulsante dell’azienda, possono fare la differenza all’interno di contesti e progetti sempre più complessi e sfidanti, ma, per fare questo, è opportuno che l’azienda sia in grado di valorizzare al meglio gli individui e il loro modo di interagire con i colleghi, con il gruppo di lavoro e con gli stakeholder esterni e interni.

Esistono punti di contatto molto forti tra la formazione che si realizza in ambito educativo-pedagogico e quella che si può proporre nel contesto aziendale.

L’équipe educativa e il team aziendale presentano, infatti, le medesime dinamiche gruppali e una strutturazione simile. Anche l’indagine sui bisogni formativi mostra l’analogia tra i due mondi, distanti solo apparentemente:

  • bisogno di acquisire consapevolezza di sé (chi sono in azienda e fuori da essa)
  • bisogno di condividere con i colleghi obiettivi, progetti, strategie, modus operandi
  • bisogno di cambiare e aprirsi a nuovi sguardi
  • bisogno di approfondire temi legati alla comunicazione e all’ascolto
  • bisogno di potenziare e indirizzare le competenze individuali a favore del team
  • bisogno di valorizzare le risorse interne al team. 

Il metodo prende spunto dalla disciplina pedagogica e dalla commistione dei molteplici Alfabeti con i quali gli adulti apprendono in modo efficace e permanente: linguaggio narrativo, iconico, corporeo, poetico, musicale, grafico-pittorico, creativo… 

L’utilizzo di più Alfabeti, quali ad esempio l’albo illustrato, il metodo LEGO SERIOUS PLAY o altre modalità riconducibili al Tinkering e al Design Thinking ci portano a proporre percorsi insoliti e innovativi caratterizzati da stimolanti processi esperienziali e di ricerca attiva che permettono di puntare ai seguenti obiettivi:

  • osservare le proprie attitudini e quelle dei colleghi, 
  • sviluppare nuove capacità o affinare quelle già presenti, 
  • acquisire e modificare atteggiamenti individuali e di gruppo.
  • acquisire consapevolezza delle proprie caratteristiche, competenze e abilità personali per utilizzarle in ambito lavorativo in modo funzionale e adeguato, grazie ad attività di tipo narrativo;
  • migliorare le capacità comunicative e relazionali e potenziare le competenze professionali del team di lavoro, grazie a processi di autoriflessione e confronto di gruppo;
  • valorizzare le molteplicità dei punti di vista per imparare a condividere le diverse modalità di lavoro e per elaborare strategie di collaborazione efficaci;
  • elaborare una visione collettiva relativa alla mission aziendale condividendo valori, regole e obiettivi professionali.
A puro titolo di esempio ecco alcuni dei format già sperimentati e proposti.
 
Il gruppo che vince grazie al potenziale degli individui
Workshop esperienziale di due giornate che sfrutta la potenza degli Alfabeti LOE.
Partendo dalla lettura di un albo illustrato, i partecipanti saranno portati a scoprire le metafore ed i significati in esso contenuti per valutarli prima in ottica individuale e poi rispetto al gruppo di lavoro con l’obiettivo di diventare la migliore versione di sé stessi. 
Nella seconda giornata grazie all’approccio con il metodo LEGO(r) SERIOUS PLAY(r) si lavorerà per trovare maggiore unità di intenti e scoprire la migliore versione del gruppo di lavoro.

2 mani e 6 cappelli per pensare

Workshop che mette insieme il metodo LEGO(r) SERIOUS PLAY(r) e il framework dei 6 cappelli per pensare di Edward De Bono illustrato nell’omonimo libro. 

Utile per cambiare punto di vista e ricordarsi che il miglior modo per prendere una decisione è quello di analizzare la situazione da diversi aspetti per poi scegliere e valutare con maggiore e migliore cognizione di causa la successiva azione da fare.

Giocando al futuro

Workshop di due giornate con il metodo LEGO(r) SERIOUS PLAY(r) progettato sul principio della teoria U di Otto Scharmer.
Durante la prima giornata si approfondiscono i temi inerenti la situazione attuale per mettersi in ascolto e osservare con occhi nuovi il team, l’azienda e le sfide già in precedenza affrontate.
Nel corso della seconda giornata si utilizza il metodo LEGO(r) SERIOUS PLAY(r) per co-creare insieme e aiutare il gruppo di lavoro a comprendere gli scenari futuri e le migliori azioni da intraprendere per le sfide ancora da affrontare.


Workshop a tema

Resta sempre valida la possibilità di organizzare workshop specifici per lavorare su argomenti di interesse: visione e strategia, comunicazione, relazione tra le parti, conflitto, solo per citare alcuni altri tipici argomenti sui quali ci troviamo a lavorare.

Usa la nostra pagina dei contatti per fissare un primo incontro conoscitivo e valutare insieme cosa fare